.

martedì 6 dicembre 2011

Capitani senza bussola




"È un bel po' di lavoro: e questo giorno potrebbe essere l'ultimo per uno qualunque di noi in un solo istante. Ma badate! Non vorrei essere in un altro posto per nulla al mondo"



Dove sono finiti i grandi condottieri che guidavano le proprie genti?
 tutt'ora amati e  rispettati per cui valga pena erigere una statua al valore ? 
Quei condottieri che  rinunciavano ai propri privilegi e spesso alla propria vita per il bene del popolo   e per la salvezza della patria!







Da noi deve partire l'esempio di attaccamento agli istituti democratici e soprattutto l'esempio di onestà e di rettitudine. Perché il popolo italiano ha sete di onestà. Su questo punto dobbiamo essere intransigenti prima verso noi stessi, se vogliamo poi esserlo verso gli altri. Non dimentichiamo, onorevoli colleghi, che la corruzione è nemica della libertà.

Nessun commento:

Posta un commento