.

venerdì 18 agosto 2017

BARCELONA FERITA - TOTS SOM BARCELONA

Non é facile poter scrivere , ogni parola , ogni lettera, ogni punto , ogni virgolo oggi é tutto superfluo, forse stare in silenzio sarebbe la cosa piú giusta da fare, ma non ci riesco. Hanno colpito anche Barcelona , forse sarebbe meglio dire : anche Barcelona é stata colpita . E i suoi abitatanti risvegliati d'improvviso da quel senso di tranquillitá , divertimento e spensieratezza che ogni giorno questa cittá regala. Da Ieri 17.08.2017 ci sentiamo come se fossimo stati derubati in casa , stuprati, ci sentivamo parte di un altro mondo , lontani da Parigi , Berlino, Londra e dalle altre cittá colpite da atti terroristici. Peró da ieri non é piú cosí . Anche sé , sotto sotto , ognuno di noi , nel suo profondo , chi piú e chi meno , si sentiva che primo o poi , anche qui a Barcelona , prima o poi ció sarebbe successo . Nessuno ne parlava , nessuno lo affermava , ma ognunoi di noi sentiva che prima o poi sarebbero venuti a farci del male. E lo hanno fatto. Lo hanno fatto in uno dei simboli piú noti della cittá ne Las Ramblas, ma poteva succedere in qualsiasi altro punto della cittá , durante la fiesta Mayor de Gracia, durante la festa di San Juan , al Puerto Olimpico il sabato notte , all’uscita del Camp Nou dopo una partita del Barça, Barcelona poteva essere ferita in qualsiasi parte. In questi casi é inutile parlare di chi possa essere la colpa o del perché é sucesso o di come si sarebbe potuto evitare , perché son discorsi inutili. Il giorno dopo é duro , ti senti quasi come di vivere in un altra cittá , non ti sembra piú la stessa , la guardi in maniera diversa da come eri abituato a guardarla e a viverla , non vuoi , cerchi di convincerti che nulla é cambiato , ma in realtá sai che qualcosa é cambiato. Ma Barcelona é una cittá che ha un anima particolare , che solamente chi ci vive puó capirla e percepirla , l'anima di una cittá multiétnica ma lo spirito é quello di un piccolo paesino. Ha un anima che viene alimentata direttamente dai suoi cittadini da chi la vive ogni giorno , giorno per giorno. Dai Jordi, Xavi catalani che tutta la notte hanno portato viveri ed acqua a chi per ore si é trovato bloccato nel traffico in uscita dalla cittá per ritornare a casa a causa dell'operazione jaula, scattata dopo l'attentato. Dei Jalal , Madhu , tassisti indiani che hanno portato gratis a casa tutte le persone che hanno avuto bisogno . Dei Kami , Inesh , negozianti pakistani che hanno accolto dentro i loro negozi i passanti in cerca di aiuto. Dei Paco, Jose baristi andaluzi che hanno portato acqua a chi ne avesse bisogno. Dai Marco e Gianni , italiani che si sono offerti cosí come i Stefane , Marie francesi , come interpreti per aiutare le famiglie delle vittime o dei feriti. Barcelona é un mosaico , come un mosaico di Gaudi, un insieme di colori e razze , che presi singolarmente sono solo singoli pezzi di pietra , ma uniti riescono a formare un opera d’arte única al mondo. Chiunque cerchi di rompere quel mosaico dovrebbere rompere ogni minimo tassello , possono provarci , probabilmente ci proveranno, ma questo mosaico e talmente grande e sempre in continua creascita che per quanto ci tentino non riusciranno mai a distruggerlo. I parchi continueranno a riempirsi di bambini che giocano, le terrazze ad ospitare i suoi clienti, la gente festeggiare la festa mayor del proprio barrio, perché Barcelona é Barcelona , non é una cittá é basta , é uno stile di vita , un modo di vivere , un modo di pensare. TOTS SOM BARCELONA