.

venerdì 9 gennaio 2009

L'ITALIA CANCELLATA


Parlando con ragazzi di altre nazionalitá , molto spesso il discorso va a finire sulla vita e sui fatti del proprio paese , la maggior parte sono io che devo dare spiegazioni alle loro domande su fatti avvenuti in Italia che quotidiani e telegiornali hanno raccontato... e quasi sempre non sono belle notizie.
Gli stranieri oramai non conoscono piú l’Italia e gli italiani.

Prima bene o male , lo stereotipo della presa in giro degli stranieri verso noi italiani era il solito: pizza , spaghetti , mafia , mandolino.
Adesso invece , lo sfottó e solo in un unica parola: Berlusconi!!!!...italianoo Berluscoooni!!
Proprio cosí!!

l’Italia per gli stranieri non é piú il paese della buona cucina ( spaghetti , pizza...) della musica melódica e romántica (mandolino) e di quello stile da brigante (mafia...non come stragi e morti , ma proprio quello stile di maschio con copola e corpeto) , insomma il paese dove si viveva bene e si voleva visitare e conoscere ;
Il paese che sempre si é cercato di imitare , nella cucina , nella moda, nello stile , nei modi di fare , nel suo sapersi godere la vita.
Adesso Italia é Berlusconi o forse Berlusconi é l’Italia , penso che forse sarebbe anche il caso di cambiare il nome alla nostra nazione , magari chiamandola Berluscolandia o Berluscongrad.
Tutti mi chiedono , ogni straniero con cui ho parlato , mi chiede sempre (di destra o di sinistra che sia) : ma perché la gente vota Berlusconi ¿ lui non é un mafioso ( e per gli stranieri la parola mafioso é molto vaga non hanno la reale concezzione che abbiamo noi del mafioso , per loro mafioso é anche solo uno che ruba 1 euro alle cassse dello stato per comprarsi il café o anche solamente un dirigente di calcio che chiede alla squadra avversaria di smetterla di segnare perché stá perdendo 25 a 0 e i suoi ragazzi sono demoralizzati , per loro mafioso é qualsiasi cosa di illecito...quindi non hanno la reale concezione di cosa sia in relata il nostro Silvio e sopratutto la Mafia ) .....e io che tento di spiegarli , arrampicandomi negli specchi , ma senza risultato.

Per lo meno prima , quando ti davano : del mangia spaghetti o del mafioso , tu potevi controbattere:
Krauti e nazista ai tedeschi ; paella / sangria e torero (in modo dispreggiativo) ; etc etc etc ...
Ma adesso quando ti senti dare del Berlusconi , noi poveri italiani all’estero siamo indifesi e privi di qualsiasi risposta: cosa rispondiamo? : ZAPATERO? OBAMA? ...che possiamo rispondere? Niente stiamo zitti! , anche perché se gli dai del Hitler , del Bush , dello Stalin , del Francisco Franco ...loro ti controbbattono con una serie di nomi oltre ai piú noti Craxi , Andreotti ( che adesso con il Film IL DIVO hanno iniziato a conoscere e a informarsi) e Mussolini....che neanche tu ne sapevi l’esistenza e i crimini.
Piano piano , stando fuori dall’Italia, mi son reso conto di come sono le vicende italiane viste dal di fuori e di come gli altri le vedono.....un circo! Proprio coí ci vedono come i film di Totó , non seguono la politica italiana , sanno che di serio nel nostro paese non cé nulla , aspettano solamente le battute divertenti e le cazzate del Berlusca....come quella fatta su Obama o quando ha dato del Capó al ministro autriaco o tedesco ora non ricordo , aspettano solamente la prossima stronzata o l’ennesimo scandolo di corruzzione .

L’Italia per gli stranieri é morta dopo il 2006 esattamente dopo la vittoria del mondiale del 2006.
Mentre noi continuiamo a cantare : SIAAAMO II CAMPIONI DEL MONDO dopo ancora 3 anni ...il Berlusca ci ha scippato la nostra nazione ;
L’italia é sparita ...ho paura un giorno di vedere sul balcone del conosolato la bandiera italiana , simile a quella dei Savoia con in mezzo al tricolore anziché lo stemma Sabaudo lo stemma di Arcore.
L’Italia é stata cancellata , ció che ci ha reso famosi nel mondo , le arti , la cucina , il calcio , la bella vita, il cinema , il design , lo stile di vita , le vacanze ....non esistono piú per gli stranieri ...per loro é solo un posto dove vive Berlusconi...e per loro noi non siamo piú italiani ...ma solamente , anzi siamo solo dei Berlusconi.

4 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. sono completamente d'accordo peró a meta...nelle tue stesse vesti di emigrato credo ancora che l'Italia non sia solo Berlusconi e, sopratutto, che le due cose non coincidano...per quanto possa essere d'accordo che l'Italia all'estero sia in questo momento rappresentata a livello politico da quel (non mi vengono aggettivi per qualificarlo)...che tanti danni ha fatto e continua a fare.
    detto questo, sono anche vere un altro paio di cose...la prima sicuramente che esistono personaggi che identificano l'italia molto piú che il Berlusca...i vari Fo, i Benigni, i Saviano o altri mille portatori sani di intelligenza italica...
    la seconda osservazione é che chiunque guarda con disprezzo all'Italia,forse dovrebbe prima guardare al suo giardino di casa...ad esempio...abbiamo forse noi ad oggi ancora una monarchia?
    tanto per dirne una...oppure, chi sino a qualche anno fa aveva il geniale Aznar a capo del governo?
    oppure chiedere cosa é successo a Marbella due anni fa...(giusto per parlare di Mafia)
    la storia si fa giorno per giorno, ma i libri si scrivono con ció che é passato.
    ad ogni modo, chiunque faccia una semplice chiacchera da bar si limiterá a calcio difensivo spaghetti berlusconi e mafia....
    chi si limita a considerazioni di questo tipo o scherza (nella stragrande maggioranza dei casi) o é limitato egli stesso.
    credo che spetti a noi, italiani all'estero e non, risollevare il capo e far capire che noi non siamo Berlusconi o Gasparri o Gelmini...e che la nostra storia, la nostra cultura, le nostre radici sono state scritte in millenni e per questo permangono. perché se dall'estero nonostante il Berlusca si continua a guardare con fascino all'Italia e alla sua cultura un motivo ci sará.

    RispondiElimina
  3. Sono decisamente d'accordo con tekenen, si non abbiamo una buona rappresentazione (pensiamo a quando ha fatto "cuccù" alla presitente Merkel in una piazza a Roma!!!!!!!!!!!!), ma tu controbatti on tutto ciò che di bello esiste o ha fatto l'Italia
    abbiamo tanti premi nobel, tanto nel cinema scrittori a livello internazionale e spetta a voi italiai all'estero a risollevare l'Italia, e portare la discussione a un livello più alto portando ad esempio la nostra cultura. Ricorda che la nostra scuola comunque è la migliore altrimenti tutti questi cervelloni chi li vorrebbe all'estero, se cercano laureati italiani u motivo ci sarà, e spero che nicola on faccia o dica cose alla Carla Bruni.
    ciao tutti

    RispondiElimina
  4. Son d'accordo con entrambi sul fatto che l'Italia non é Berlusconi , l'Italia sono i Leonardo da Vinci , i Benigni , i Dario Fo, i Saviano i tanti premi nobel , i Gino Strada , ma anche i Totó Riina , I Provenzano , Le Brigate Rosse l'elenco sarebbe infinito, ma l'Italia é tutto ció nel bene o nel male .
    Io non voglio fare il solito paragone , qui si sta meglio in Italia invece no!! assolutamente !!! ognuno in casa propria ha i suoi problemi , chi ha la mafia , chi ha l'Eta , non esite nessuna nazione che non abbia gravi problemi forse l'unica é la Repubblica di Mal di Ventre.
    Il problema , e lo dice uno che ha sempre votato a destra sino a due anni fa é che quest'uomo é riuscito a calamitare tutte le attenzioni su se stesso .
    Ossia é molto raro che uno straniero (non parlo solo di spagnoli) ma in generale ti possano dare del DAlema del Prodi , del Fassino , del Gianfranco Fini , o del La Russa (anche loro sono famosi , hanno combinato le loro cazzate politiche e non ) ma farsi dare del Berlusconi , é qualcosa dovuto al tipo di considerazione che il mondo ha di questo uomo.
    Se mi dovessero dare del Gianfranco Fini , lo reputo anche un complimento , al di fuori degli ideali politici lo reputo una persona distinti e diciamo "onesta" , cosí come Prodi , parlo di persona , solo e unicamente come persona.
    Vi invito a vedere un video su you tube , é un servizio fatto non mi ricordo se é la TV inglese o americana si intitola "WHO IS SILVIO BERLUSCONI" http://www.youtube.com/watch?v=9l8v7bOEJoQ
    naturalmente é un video che in Italia non é mai andato in onda e non é mai stato neanche menzionato.
    Politicamente si puó essere d'accordo o no sulle idee di un politico , possono piacere o no, inoltre un politico non potrá riuscirá mai ad accontentare tutti , ci sará sempre una massa contenta e una scontenta questa é la politica;
    MA qui non si parla del politico , dei suoi ideali , del suo modo di fare politica , ma della persona in se che é capo del Governo Italiano.
    Un uomo , che dico la veritá , quando si candidó la prima volta , io credevo in quella marea di cazzate che diceva , perché vedevo in quella persona una ventata di novitá alla vecchia politica della Prima Repubblica , per poi conoscerlo , con l'andare del tempo e vedere che altro non era che un burattinaio magico.
    Noi Italiani siamo caduti nello stesso tranello per la quale cademmo con il fascismo;
    il fascismo prese sempre piú consensi per le sue idee innovative , per la sua voglia di cambiamento , puntando tutto sull'orgoglio dell'essere italico , sulla identitá nazionale , poi in seguito ottenuti i larghi consensi e il potere di governo , la CENSURA fece il resto.
    ....50 anni dopo é stata riussata la tecnica dell'orgoglio italico (vedi esempi quali Alitalia), etc etc ....

    RispondiElimina