.

venerdì 5 settembre 2008

LE MIE DIECI DITA


Barcelona
Dopo 9 mesi lascio Barcelona ,per tornare un mese in Sardegna a casa mia.
9 mesi …tante cose sono cambiate…molte, forse che neanche mi aspettavo.
Talvolta mi capita di ripensare a quando sono partito , questo non lo posso scrivere , ma chi l’ha vissuto con me di persona …sa e non dimenticherà.
9 mesi , son arrivato con 20 giubbotti addosso per pagare meno di valigia da imbarco ryanair e ritorno in bermuda e canotta.
Ho conosciuto tantissime persone in questi mesi , di qualsiasi nazionalità e regione, ho condiviso con loro momenti indimenticabili esperienze che mai mi ricapiteranno probabilmente in questa vita.
Ho stretto legami forti con pochissimi e con altri solo legami passeggeri.
Nessuno me ne voglia con chi leggerà questo blog, ma in questi 9 mesi ho scoperto, o meglio mi son reso conto che le uniche persone di cui mi posso veramente fidare , su cui veramente so di poter contare nella mia vita, perchè nonostante la distanza non mi hanno mai fatto mancare la loro presenza , cosa che probabilmente io al contrario non ho fatto, e di questo mi voglio scusare.
In questi 9 mesi della mia vita mi son reso conto , che sono solo 10 le persone per cui vale la pena morire per loro (….naturalmente mi tocco le palle) , persone che chi in maniera evidente e chi no , chi per timidezza e chi per altri motivi, non sempre lo dimostra in maniera esplicita;
ma mi ha dimostrato che certi legami , nonostante la distanza, non riusciranno mai a spezzarsi.

In 9 mesi queste persone , sono diventate per me come le 10 dita delle mani:
qualcuno ti aiuta magari più dell’altro, dimostrandolo in maniera aperta , altri magari sembrano non fare nulla per te , ma quando ne hai bisogno ci sono.
10 dita , c’è chi è pollice , chi indice , chi medio , chi anulare , chi mignolo, ognuno con una sua caratteristica, ognuno con un atteggiamento differente , ma ci sono!! E quando queste dita si uniscono, non ti lasciano mai più e non ti lasciaranno andare via da loro.

Grazie! , vi chiedo scusa per tutte le volte , che magari non mi son fatto sentire .

Nessuno in 9 mesi è riuscito a darmi quello che queste 10 persone mi hanno dato nonostante la distanza.
In 9 mesi , ho visto tanta di quella ipocrisia , falsità, superficialità e opportunismo , che se una persona non fa una selezione accurata , perde la sua propria identità, le sue proprie radici, entrando in una centrifuga che ti fa esplodere.
Persone che ti sembrano amiche, ma con le mani completamente sporche di merda , persone che sembrano volerti stare accanto ma solo perché gli fai comodo in quel momento.

Andare a bere un birra insieme , andare a cenare insieme non è amicizia , non vuol dire fiducia , non vuol dire Fidati di me !


La fiducià , che ho dato e che ho ricevuto la vedo in quello che sei non in quello che mi dai ;
La fiducia la avverti non la puoi vedere , la fiducia è solamente in un gesto .


Qui ho sempre avuto voi 10 come esempio.
Quando ho trovato lavoro, quando ho dovuto prendere delle decisioni ho sempre pensato a voi 10 a cosa mi avreste potuto dire.
Siete stati più vicini che mai in questi 9 mesi che in tutta la mia vita.
Vi dico grazie , perché senza di voi non ho perso la mia identità e se ora tutte le persone che ho avuto modo di conoscere tramite il lavoro, al porto, al bar dello sport (El Canari) per vedere le partite hanno avuto un bel concetto di me ( così sembrerebbe….) il merito è anche vostro , perché non mi avete lasciato solo un solo secondo , un solo istante .

5 commenti:

  1. spero un giorno tu possa iniziare a contare anche le dita dei piedi...mi sono emozionato a leggere il tuo blog, e questo merita un ringraziamento.
    buone vacanze sarde, te le sei meritate.
    a presto

    RispondiElimina
  2. grazie , per il commento! come sempre l'unico partecipa e che almeno scrive qualcosa e non legge soltanto!
    Va bè che tu sei del fans club!

    RispondiElimina
  3. e dire che un tempo ci deliziavi con poesie in pirrese prenas de fueddus malusu, caddozzate e scherzi vari.... nel testo delle dita non c'è neanche una parolaccia! oh topalla, cosa mi combini? già non ne starai diventando un ragazzo serio? occhio che se continui su questa strada ti mando una settimana a barcellona efisio del cin cin per insegnarti cosa vuol dire essere casteddaio, a is bortasa!

    sempre tuo avvocato

    RispondiElimina
  4. tranquillo ci sono anche quelle ..quelle fanno sempre parte del bagaglio culturale!!!

    RispondiElimina
  5. credo che faro leggere queste righe
    affinchè capiscano che uomo gentile e sensibile d'animo si celi in questo corpo di apparente rudità

    RispondiElimina